Liceo scientifico
Liceo scientifico "R. Nuzzi" di Andria
Scuola e Lavoro

Il sogno e il piacere, 4^ edizione del convivio di filosofia al Liceo "R. Nuzzi" di Andria

Due appuntamenti oggi e domani nell'auditorium "Michele Palumbo"

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
L'11 e il 12 febbraio, dalle ore 17:00 alle ore 19:30 si terrà al Liceo Scientifico Statale "R. Nuzzi" di Andria la quarta edizione del convivio di filosofia, nell'auditorium "Michele Palumbo".

«Questa piccola nuova tradizione - scrive Alice Cerreto, alunna della 4^ Bsa - permette agli studenti di osservare e affrontare temi quotidiani, indossando le lenti speciali della filosofia. Lenti di ingrandimento che rendono più vicine quelle parole dei filosofi come Aristotele, Lucrezio, Seneca, Nietzsche che hanno provato a spiegarci cosa fosse la felicità, la paura, l'essere, ma anche il piacere e il sogno. E sono proprio questi ultimi due gli argomenti scelti per questa edizione». La coordinatrice dell'evento è la professoressa di storia e filosofia Rosanna Valerio del liceo "Nuzzi".

«Walt Disney diceva: "se puoi sognarlo, puoi farlo". E nello stesso modo gli alunni, piccoli filosofi, - prosegue la studentessa Alice Cerreto - hanno sognato e realizzato questo evento per rendere concrete le loro idee, i loro pensieri, cullati dalle parole di chi prima di loro ha avuto il coraggio di porsi domande esistenziali. Cos'è il sogno? Cos'è il piacere? L'invito della scuola è esteso a tutti, e ancora una volta il liceo ha creato un ponte per permettere all'intera comunità di avvicinarsi a tali questioni».
  • Liceo Scientifico Nuzzi
Altri contenuti a tema
Il Liceo "Riccardo Nuzzi" di Andria dona beni di prima necessità alla parrocchia di San Nicola Il Liceo "Riccardo Nuzzi" di Andria dona beni di prima necessità alla parrocchia di San Nicola Si allarga la rete di solidarietà nella nostra città, scendono in campo anche le scuole
Un'invenzione del liceo "R. Nuzzi" di Andria rappresenterà l’Italia in Europa Un'invenzione del liceo "R. Nuzzi" di Andria rappresenterà l’Italia in Europa Si tratta di "Bicicletta Rana", proposta dallo studente Roberto Del Giudice, per il concorso EUCYS "I giovani e le scienze 2020"
"Tra il sogno e il piacere": entusiasmo e soddisfazione al Liceo "R. Nuzzi" per il convivio di filosofia "Tra il sogno e il piacere": entusiasmo e soddisfazione al Liceo "R. Nuzzi" per il convivio di filosofia Bilancio positivo per la 4^ edizione del progetto, coordinato dalla prof.ssa Rosanna Valerio
La scuola primaria "Verdi" e il Liceo Scientifico "Nuzzi" riflettono insieme sulla Giornata della Memoria La scuola primaria "Verdi" e il Liceo Scientifico "Nuzzi" riflettono insieme sulla Giornata della Memoria Un interessante confronto tra ragazzi di età diverse, tra passato e presente
“Moro: Martire Laico”, il 15 gennaio incontro allo Scientifico "Nuzzi" di Andria “Moro: Martire Laico”, il 15 gennaio incontro allo Scientifico "Nuzzi" di Andria Iniziativa del Consiglio Regionale della Puglia, d’intesa con l’ANCI Puglia
Una radio per il Liceo Scientifico Nuzzi di Andria Una radio per il Liceo Scientifico Nuzzi di Andria La scuola superiore cittadina ha accolto con grande entusiasmo la comunicazione di questa “vittoria”
Dalla scuola alla città, "Atti Unici" ad Andria Dalla scuola alla città, "Atti Unici" ad Andria Una nuova edizione delle “opere di scuola” del prof. Michele Palumbo
Al Liceo Scientifico "R. Nuzzi" si parla di prevenzione dei tumori, nel ricordo di Annamaria Matera Al Liceo Scientifico "R. Nuzzi" si parla di prevenzione dei tumori, nel ricordo di Annamaria Matera "La dimensione umana della medicina" il titolo dell'incontro con il prof. Raspagliesi e il dott. Clara
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.