Gennaro Piccolo:
Gennaro Piccolo: "Ma Dio piange?"
Attualità

Dagli appunti di Gennaro Piccolo: "Ma Dio piange?"

Il referente del centro Igino Giordani di Andria condivide alcune riflessioni

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Quando un dolore umano o sociale, economico o politico bussa forte al cuore di una città; quando episodi di cronaca nera imbrattano i luoghi più belli della città; quando tra la gente incontri persone angariate dalle ambasce della vita – disoccupazione, povertà, malattie, morte – e sperimenti la più oscura impotenza, il non poter far nulla per risollevare, consolare, ti vien da piangere.

E ti vien da piangere quando ogni giorno senti risalire dai posti più lontani della terra e dalle profondità dei mari i lamenti – di vivi e di morti – sempre più ampi e più amari di singoli e di popoli, di emigranti affamati, tribolati, torturati; e ancora, quando assisti allo spettacolo di una politica frantumata, frammentata, litigiosa, che mal governa, ti vien da piangere con la voglia di mollare.

Ti vien da piangere e una domanda affiora dalle tue viscere: "Ma Dio piange? Quando e dove Dio piange?". Dapprima un silenzio t'avvolge, ti penetra, ti scuote e un'eco ripetere 100, 1000 volte: "Ma Dio piange? Quando e dove Dio piange?". Poi d'un lampo, come saetta di luce, una voce ti sussurra una certezza, pacata, amica che si fa strada, e provi una grande consolazione, una grande consolazione.

Sì, anche Dio piange! E senti che è il suo pianto umano a dar a questo moto dell'anima nostra un valore infinito e di gioia, ti vien da piangere ché, piangere è anche Vangelo, forse il più crudo! E con tremore e amore riapri quel piccolo Libro – il Vangelo – ne scorri le pagine e in quelle lo rivedi quel Dio che, mescolato tra la folla, non sa frenare il pianto per il suo amico Lazzaro! Che guarda, si commuove, ha compassione e, nientemeno piange sulle mura della Città, Gerusalemme! Sì, anche Dio piange!

Chissà quante volte avrà pianto, avvinto dalla paura, dalla solitudine, penetrato da un abbandono gridato in faccia al Cielo e alla Terra; quante volte piange ancora, Lui, il Dio della gioia, della pace, delle Beatitudini! Lui, il Maestro che insegna cose nuove e non ripete lezioni d'altri, che parla con linguaggio sobrio di storie di pescatori, di acque e di colline, vigne e greggi, torri e villaggi. Piange!

Che bello il nostro Dio dal volto solcato di lacrime e da un cuore di carne; quanta umanità in Lui che, pur stanco, scala alture o si stacca dalla riva con la barca, e nella notte serena, vibrata di stelle, prega, piange e chiede al suo Dio, chiede per me, per te, il lattaio, il contadino, il portiere, l'operaio, il deputato, mamme cariche di pesi, idealisti delusi. Che bello il nostro Dio!
  • centro igino giordani
Altri contenuti a tema
1 Ora o mai più Ora o mai più Riflessioni di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
2 La vocazione alla politica La vocazione alla politica Il referente del centro Igino Giordani di Andria, Gennaro Piccolo, condivide alcune frasi di Chiara Lubich
I diritti del lavoro di Igino Giordani I diritti del lavoro di Igino Giordani Il referente dell'omonimo centro di Andria, Gennaro Piccolo, condivide alcune riflessioni
Continuiamo a sognare Continuiamo a sognare Riflessioni di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
Ripensando a quel 12 luglio 2016 -12 luglio 2020: "Fermiamoci un attimo" Ripensando a quel 12 luglio 2016 -12 luglio 2020: "Fermiamoci un attimo" Una breve riflessione del referente del Centro Igino Giordani di Andria, Gino Piccolo
Riscoprire il disegno della città Riscoprire il disegno della città Riflessioni di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
2 O Sacerdoti o Politici O Sacerdoti o Politici Riflessioni di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
La Chiesa: una storia d’amore in tempo di Pandemia La Chiesa: una storia d’amore in tempo di Pandemia Riflessione di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.