Furti di rame Andria
Furti di rame Andria
Cronaca

Contrada San Leonardo, l'Enel interviene entro il 24 febbraio

Medici: «Tanti furti di rame, sostituiamo i cavi con l'alluminio»

Una situazione di grande rilievo sociale: il furto di cavi di rame nelle campagne andriesi e non solo. Una settimana fa la denuncia di diversi agricoltori e residenti di Contrada San Leonardo ad Andria (Articolo 14 febbraio 2015) per la mancanza di elettricità nella zona a partire dal 4 febbraio scorso giorno nel quale vi è stato un grosso furto di cavi per un totale di oltre 1000 metri. La denuncia per segnalare oltre al blocco sostanziale delle attività lavorative anche la facile esposizione a furti di ogni genere all'interno di ville, masserie ed aziende agricole vista l'impossibilità di avere mezzi di protezione quali telecamere ed allarmi. Due i tentativi di furto già denunciati in quei giorni. Nel corso di questa settimana, invece, il furto è andato a buon fine all'interno di una delle aziende agricole della contrada con un danno economico ingente di diverse migliaia di euro e l'asportazione di uno specifico serbatoio per gasolio oltre a circa 3 quintali del prezioso carburante e diversi attrezzi.

Tutto denunciato alle forze dell'ordine che proseguono nella difficile opera di contrasto a questo fenomeno, complesso da monitorare vista la vastità del territorio e la rapidità con la quale si muovono i malviventi. L'ENEL, ditta che distribuisce l'energia elettrica, deve naturalmente fronteggiare i continui furti e gli interventi, purtroppo, variano nel tempo visti i continui danni subiti. A raccontarci quanto complessa sia la situazione non solo per i residenti e gli agricoltori ma anche per la ditta distributrice, è Ivano Medici responsabili delle relazioni esterne per la Puglia e la Basilicata: «Si lavora su tanti furti contemporaneamente con tantissimi tecnici che senza sosta stanno operando in diversi punti del territorio - ci dice Medici - questo era un fenomeno prettamente del foggiano ma ora anche il territorio di Andria e del nord barese è interessato da una crescente attenzione verso i cavi di rame ed i trasformatori». Trasformatori che sono un doppio danno per la stessa ENEL: «Il primo danno è quello materiale del dover ripristinare il trasformatore - ci dice Ivano Medici - il secondo è quello dello smaltimento del residuo».

All'orizzonte, tuttavia, l'unica soluzione sembra esser quella di continuare la collaborazione con le forze dell'ordine e sostituire i cavi di rame con quelli di alluminio: «Entro l'inizio della prossima settimana, presumibilmente entro il 24 febbraio come data indicativa - ha ribadito Medici - saremo in grado di rifornire nuovamente di elettricità l'intera contrada considerato che abbiamo affidato i lavori ad una ditta esterna che li sta eseguendo in questi giorni. I danni sono sempre differenti, purtroppo ci vuole una mezz'ora per rubare molti metri di cavo e diversi giorni per ripristinare tutto considerato anche che spesso vengono danneggiati anche i pali stessi della luce. Ora stiamo modificando anche i fili togliendo il rame e mettendo il più comune e meno appetibile alluminio ma l'invito è quello assolutamente di denunciare ed avvertire le forze dell'ordine appena si notano atteggiamenti sospetti attorno alle centraline o sui pali. In questo caso - ha concluso Medici - oltre al danno ai cittadini, la parte lesa è sicuramente anche la nostra azienda».
  • enel green power
  • furti di rame
Altri contenuti a tema
Furti di rame sui binari in territorio di Andria, arrestato un pregiudicato locale Furti di rame sui binari in territorio di Andria, arrestato un pregiudicato locale Intervento della Polizia di Stato. I binari erano stati sradicati per un tratto lungo più di 500 metri
Ripristinato l'impianto di illuminazione pubblica della villetta al quartiere di San Valentino Ripristinato l'impianto di illuminazione pubblica della villetta al quartiere di San Valentino Dopo alcuni mesi dall'improvvisa interruzione, questa sera ci sarà l'accensione
Ancora ignoti i malviventi che hanno mutilato 12 ulivi secolari in contrada "Quadrone" Ancora ignoti i malviventi che hanno mutilato 12 ulivi secolari in contrada "Quadrone" Una motosega, attrezzo usato dal malfattore, è rimasta incastrata tra le branche mutilate dell'imponente patriarca
Sventato colpo ad impianto fotovoltaico sulla Murgia: predone ferito catturato dai carabinieri Sventato colpo ad impianto fotovoltaico sulla Murgia: predone ferito catturato dai carabinieri Sul posto sono giunte le guardie particolari della Vigilanza giurata ed i carabinieri
Ennesimo furto di cavi elettrici nel Cimitero di Andria: si ripropone il problema della sicurezza Ennesimo furto di cavi elettrici nel Cimitero di Andria: si ripropone il problema della sicurezza Un danno ingente, quantificabile intorno ai 15mila euro. Da pochi giorni erano iniziati i lavori per il ripristino delle linee elettriche rubate ai primi di aprile
Furti di rame e di cavi elettrici, la Questura di Barletta Andria Trani valuta apposite misure di vigilanza Furti di rame e di cavi elettrici, la Questura di Barletta Andria Trani valuta apposite misure di vigilanza Tra gli interventi previsti, l’implementazione di sistemi di allarme e di videosorveglianza a tutela del bene privato
Furti nelle campagne: Regione pronta a sostenere economicamente le imprese a dotarsi impianti di videosorveglianza avanzata Furti nelle campagne: Regione pronta a sostenere economicamente le imprese a dotarsi impianti di videosorveglianza avanzata "Nella BAT, con numerosi furti di piante di ulivo, trattori, legna", sottolinea l'assessore all'agricoltura della Regione Puglia Pentassuglia
Ancora un furto di rame, sventrato un campo fotovoltaico nei pressi dell'A/14 Ancora un furto di rame, sventrato un campo fotovoltaico nei pressi dell'A/14 I predoni hanno fatto razzia di cavi: utilizzati anche martelli pneumatici
© 2001-2023 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.