carabinieri
carabinieri
Cronaca

Arresti domiciliari per i due responsabili del pestaggio avvenuto a Lavello ai musicisti di Andria e Corato

Dopo tre settimane dalla violenta aggressione, la Procura della Repubblica di Potenza ha emesso il provvedimento cautelare

Ci sono volute tre settimane per vedere emesso il provvedimento cautelare da parte della Procura della Repubblica di Potenza nei confronti dei presunti autori della terribile aggressione subita a Lavello, nella notte tra sabato 23 e domenica 24 luglio, ai danni di due musicisti, un andriese ed un coratino, rispettivamente Fabrizio Pellegrino e Francesco Tarantini, componenti con l'altro coratino Sergio Marolla della band London Dry.

Come si ricorderà i tre musicisti, si erano esibiti all'Iguana Cafè, un locale non lontano da stadio e palasport di Lavello. Al termine della serata si era innescata un rissa furiosa che sarebbe partita dopo un banale diverbio con il batterista. Pugni, sediate e violentissime percosse all'indirizzo dei musicisti da parte di due personaggi del luogo, che nemmeno l'intervento di altre persone erano riusciti a fermare tanta era la furia dei due indagati. Una violenza ripresa da un cellulare e dalle telecamere della zona, che avevano immortalato l'impatto proditorio di uno degli aggressori che con una macchina si era scagliato contro la vettura della band pugliese, distruggendola. Per i componenti della band è stato quindi necessario fare ricorso alle cure dei sanitari del pronto soccorso di Melfi, a causa delle ferite riportate durante l'aggressione.

L'esecrabile quanto sanguinoso evento, aveva portato l'amministrazione comunale di Lavello ad intervenire pubblicamente con un post sulla propria pagina Facebook. Nel post si stigmatizzata la gravità dell'aggressione subita come ultima "di una serie degna di una informativa inviata alla prefettura di Potenza e alla compagnia dei Carabinieri di Venosa".

Solo dopo tre settimane è quindi giunto il provvedimento della Procura della Repubblica di Potenza che ha così emesso l'ordinanza degli arresti domiciliari a carico dei due presunti responsabili. L'accusa, pesantissima nei loro confronti è di tentato omicidio.
  • Carabinieri
Altri contenuti a tema
Il generale del corpo d'armata Andrea Rispoli in visita al comando dei carabinieri della Bat Il generale del corpo d'armata Andrea Rispoli in visita al comando dei carabinieri della Bat Nella circostanza si è discusso delle questioni relative all'ordine e la sicurezza in provincia
Numerose le auto rubate nel nord barese ritrovate dai Carabinieri di Cerignola, anche da Andria Numerose le auto rubate nel nord barese ritrovate dai Carabinieri di Cerignola, anche da Andria Da luglio ad oggi, sono state recuperate ben 140 autovetture sottratte, molte purtroppo erano cannibalizzate
Prevenzione e contrasto dei reati in materia di sostanze stupefacenti: giro di vite dei Carabinieri in via Annunziata Prevenzione e contrasto dei reati in materia di sostanze stupefacenti: giro di vite dei Carabinieri in via Annunziata Nella zona regna il degrado generato da alcuni avventori dei locali presenti in quella via
L'ex colonnello dei Ros Angelo Jannone tra i vincitori del Premio Internazionale “Giuseppe Fasano” L'ex colonnello dei Ros Angelo Jannone tra i vincitori del Premio Internazionale “Giuseppe Fasano” Appuntamento a lunedì 19 settembre presso le Tenute di Albano Carrisi, a Cellino San Marco
I Carabinieri confiscano beni per un milione e mezzo di euro a un 51enne di Andria I Carabinieri confiscano beni per un milione e mezzo di euro a un 51enne di Andria Un patrimonio illecito che comprende una villa di lusso, tre appezzamenti di terreno, un'autovettura ed un motociclo
40° anniversario della morte del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa 40° anniversario della morte del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa Prefetto di Palermo venne ucciso a Palermo dalla mafia, con la moglie Emanuela Setti Carraro e l'agente di scorta Domenico Russo
Concorso per ufficiali della riserva selezionata dell'Arma dei Carabinieri Concorso per ufficiali della riserva selezionata dell'Arma dei Carabinieri Gli aspiranti potranno presentare la domanda attraverso il portale www.carabinieri.it nell’area concorsi
Due mezzi della raccolta rifiuti andati distrutti nella notte: si propende per la pista dolosa Due mezzi della raccolta rifiuti andati distrutti nella notte: si propende per la pista dolosa Sul posto con i Vigili del fuoco i Carabinieri del nucleo radiomobile e del nucleo operativo
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.