L'orinatoio per cani vicino a una pattumiera
L'orinatoio per cani vicino a una pattumiera

La pattumiera diventa un "orinatoio" per cani: la segnalazione di un cittadino andriese

Una situazione che si protrae da diverso tempo nel tratto di marciapiede ad angolo tra viale Istria e via Bonomo

Nel tempo di emergenza sanitaria che stiamo vivendo, non sono svaniti del tutto i casi di inciviltà e degrado nelle aree urbane. Ci giunge questa mattina la segnalazione di un cittadino andriese residente in viale Istria, che attacca duramente i proprietari di animali domestici per numerosi comportamenti scorretti.

«Sono un cittadino andriese che risiede in viale Istria e voglio segnalare una situazione igienico-sanitaria che si verifica ormai da anni nel tratto di marciapiede ad angolo fra viale Istria e via Bonomo, dove è ubicata una pattumiera che tutto svolge tranne che il suo fine di raccogliere rifiuti. Questa, infatti, è ormai da tempo un "pisciatoio" per cani per residenti della zona che detengono animali domestici; puntualmente e ripetutamente portano i loro amati a fare i bisogni quotidiani, come anche per proprietari di passaggio che con i loro cani ne approfittano per far scaricare loro le delicate vesciche.

Quello che voglio evidenziare con questo mio intervento è la mancanza, proprio in questo delicato periodo sanitario, di un controllo igienico da parte degli organi comunali preposti a controllare che tali situazioni non scatenino altre complicazioni di tipo sanitario, perchè se non ci ammazza il Covid-19 ci prenderemo infezioni di altro tipo. Il problema diventa ancor più evidente e lo si sente a naso proprio nelle giornate asciutte e senza ventilazione, quando l'odore nauseabondo di urina risale verso l'alto ed entra nel naso di chi in quella zona risiede o ci transita. Problema aggravato dal fatto che stiamo avendo stagioni asciutte e con quasi totale assenza di piogge che potrebbero aiutare a lavare strade e marciapiedi e quindi alleviare in parte questo problema.

Certo in tutto questo c'è un concorso di colpa tra i detentori di cani che con il loro modus vivendi si sentono legittimati a far urinare i loro beniamini ogni dove. E non parliamo degli angoli dei fabbricati e degli ingressi di alcune attività commerciali e di residenze, perchè sennò andrebbe aperto un altro capitolo. Queste persone se ne infischiano delle conseguenze igienico-sanitarie che provocano, tanto hanno la coscienza pulita per aver fatto fare ai propri animali i bisogni lontano dalle loro abitazioni, che restano così pulite e profumate. Dall'altra parte c'è l'assenza di controllo e la mancanza di pulizia e sanificazione che l'amministrazione comunale dovrebbe fare periodicamente.

Rinnovo l'appello a quelle bestie di proprietari di cani a non approfittarne, in questi giorni di scarsa presenza di cittadini per le strade, di non sentirsi legittimati ad abbandonare le feci dei loro cari ovunque, appello già fatto nei giorni scorsi in altra pubblicazione. All'amministrazione chiedo di provvedere ad una sanificazione della zona segnalata oppure di eliminare la pattumiera stradale perchè tanto nessuno la utilizza o quanto meno viene utilizzata dai residenti della zona per sversare quotidianamente l'umido giornaliero senza attendere il calendario settimanale.

Le immagini che allego sono state riprese in un recente periodo in assenza di piogge ed il colore del liquido che si può ben vedere nella pozzanghera lascia intendere chiaramente quale sia la situazione che si vive nella zona».
IMGIMGIMGIMGIMGIMGIMGIMG
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.