Procuratore Carlo Maria Capristo
Procuratore Carlo Maria Capristo
Attualità

Per l'ex procuratore di Trani Capristo, confermati gli arresti domiciliari

Alla decisione del Gip di Potenza, ora il legale del magistrato si rivolgerà al Tribunale del riesame

L'ex procuratore della Repubblica di Trani, Carlo Maria Capristo, ora procuratore a Taranto, resterà agli arresti domiciliari. Lo ha stabilito Antonello Amodeo, Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Potenza, respingendo la richiesta di revoca della misura cautelare cui l'ex capo della Procura tranese è sottoposto dal 19 maggio scorso con l'accusa di tentata induzione indebita a dare o promettere utilità in concorso col suo autista, l'ispettore di polizia Michele Scivittaro e i tre imprenditori Giuseppe, Cosimo e Gaetano Mancazzo, tutti bitontini.

Capristo, in servizio a Trani fino al 2016, è accusato di aver esercitato forti pressioni sulla giovane pm Silvia Curione, di modo che perseguisse un uomo denunciato per usura dai fratelli Mancazzo. Interrogato per un'ora dal gip potentino, l'indagato ha respinto tutti gli addebiti dichiarando di non essere a conoscenza del tentativo di orientare l'inchiesta, che secondo quanto ritenuto dagli inquirenti sarebbe stato perpetrato da Scivittaro nell'aprile del 2018 nel corso di un colloquio con Curione, sulla cui testimonianza è basata buona parte dell'impianto accusatorio.

La chiave di volta per le pressioni sulla giovane pm sarebbe nelle potenziali ritorsioni ai danni del marito Lanfranco Marazia, all'epoca dei fatti contestati sostituto procuratore a Taranto sotto la guida di Capristo ma ora in servizio a Bari.

Tra gli indagati anche l'ex procuratore di Trani Antonino Di Maio, accusato di abuso d'ufficio e favoreggiamento: secondo la tesi della Procura di Potenza, non avrebbe indagato sul conto di Capristo dopo aver ricevuto la relazione con cui Silvia Curione ha svelato quanto raccontato, in seguito, anche ai giudici lucani.

Il legale di Capristo, Angela Pignatari, ha chiesto la revoca degli arresti domiciliari al Tribunale del riesame, che dovrà pronunciarsi in seguito. L'ex procuratore di Trani, nei giorni scorsi, ha presentato domanda di pensionamento. Un'altra accusa pendente nei confronti suoi e di Scivittaro - relativa a un filone separato dell'indagine - è quella di truffa aggravata e falso, per aver falsificato gli statini di presenza dell'ispettore a Taranto e straordinari che in realtà non sarebbero mai stati effettuati.
  • procura della repubblica trani
Altri contenuti a tema
Giustizia svenduta: inchiesta su ex magistrati di Trani, Savasta condannato a 10 anni di reclusione Giustizia svenduta: inchiesta su ex magistrati di Trani, Savasta condannato a 10 anni di reclusione 4 anni invece per il suo collega Luigi Scimé. Condanne per gli avvocati Sfrecola e Ragno
"Giustizia svenduta": manca il braccialetto elettronico, Nardi e Di Chiaro lasciano il carcere dopo una settimana dall'ok "Giustizia svenduta": manca il braccialetto elettronico, Nardi e Di Chiaro lasciano il carcere dopo una settimana dall'ok Per il giudice e il poliziotto l'ok ai domiciliari era arrivato lo scorso 19 giugno
1 Arresto ex procuratore di Trani, in manette anche tre imprenditori della provincia di Bari Arresto ex procuratore di Trani, in manette anche tre imprenditori della provincia di Bari Coinvolti nell'indagine i fratelli Mancazzo oltre a Capristo e al poliziotto Scivattaro. L'accusa è di aver fatto pressioni su un magistrato
2 Arrestato l'ex procuratore di Trani Carlo Maria Capristo, ora ai domiciliari Arrestato l'ex procuratore di Trani Carlo Maria Capristo, ora ai domiciliari Le accuse sono di tentata corruzione, truffa e falso
Common Land: truffa ai danni dell'Agea sui fondi dell'agricoltura Common Land: truffa ai danni dell'Agea sui fondi dell'agricoltura Sequestro di 380 mila euro, 18 gli indagati
Procura della Repubblica, domani si insedia il nuovo procuratore di Trani Renato Nitti Procura della Repubblica, domani si insedia il nuovo procuratore di Trani Renato Nitti Il magistrato giurerà davanti al collegio del Tribunale penale, presieduto dal dottor Antonio de Luce
Contrasti tra gruppi criminali: i Carabinieri di Andria arrestano pregiudicato per tentato omicidio Contrasti tra gruppi criminali: i Carabinieri di Andria arrestano pregiudicato per tentato omicidio Compiute attività tecniche, servizi di osservazione ed analisi degli elementi che sono emersi dalle investigazioni
Mariti violenti tratti in arresto dalla Polizia di Stato: ancora due codici rossi ad Andria Mariti violenti tratti in arresto dalla Polizia di Stato: ancora due codici rossi ad Andria Tristi vicende familiari che continuano a vedere donne e figli maltrattati da padre padrone e marito spietato
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.