avv. Tullio Bertolino
avv. Tullio Bertolino
null

"Giustizia svenduta", PM e avvocati condannati. Tullio Bertolino: «Non un “sistema” diffuso nel Tribunale di Trani»

Le parole del Presidente dell'ordine degli Avvocati di Trani

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Le condanne dal Tribunale di Lecce a magistrati e avvocati, tra cui l'ex Pubblico Ministero Savasta e gli avvocati Sfrecola e Ragno, sono state commentate dall'avvocato Tullio Bertolino, presidente dell'Ordine degli Avvocati di Trani.

«Chi ha sbagliato è giusto che paghi. Qualunque sia il ruolo che occupi nella società. Così come è sempre opportuno non fare di tutta l'erba un fascio. Il quadro che viene fuori dalla sentenza di primo grado stabilisce che non si trattava certo di un "sistema" diffuso nel Tribunale di Trani, ma era solo il comportamento illecito di ben individuati magistrati ed altrettanti avvocati. Non per questo si deve generalizzare e scagliare fango su chi quotidianamente è impegnato a garantire il rispetto della legge ed i diritti dei cittadini».

«L'aspetto per noi più rilevante – prosegue l'avvocato Bertolino – è che i giudici salentini abbiano riconosciuto i danni subiti dall'Ordine degli Avvocati di Trani a nome di tutta la categoria, condannando gli imputati al risarcimento economico in favore dell'Ordine che sin da subito aveva avuto il coraggio di costituirsi parte civile in questo procedimento. Naturalmente, seguiremo questa vicenda fino in fondo, negli ulteriori gradi di giudizio e prenderemo gli opportuni provvedimenti nei confronti di chi sarà accertato in modo definitivo aver violato norme deontologiche e leggi dello Stato gettando ombre su tutta la categoria».
  • ordine degli avvocati di Trani
  • tribunale di trani
Altri contenuti a tema
Pedofilo 23enne andriese condannato per violenza sessuale su due bambini Pedofilo 23enne andriese condannato per violenza sessuale su due bambini Li aveva attirati nella villa comunale. Oggi la sentenza del Gup del Tribunale di Trani
Giustizia svenduta: inchiesta su ex magistrati di Trani, Savasta condannato a 10 anni di reclusione Giustizia svenduta: inchiesta su ex magistrati di Trani, Savasta condannato a 10 anni di reclusione 4 anni invece per il suo collega Luigi Scimé. Condanne per gli avvocati Sfrecola e Ragno
Processo disastro ferroviario: controesame dei periti della Procura da parte della difesa Processo disastro ferroviario: controesame dei periti della Procura da parte della difesa Il collegio giudiziario ha quindi deciso per l'esclusione di 9 allegati degli 11 presenti nella perizia
Post emergenza sanitaria, al Tribunale di Trani via libera all’accesso alle cancellerie Post emergenza sanitaria, al Tribunale di Trani via libera all’accesso alle cancellerie Riaperte all’utenza dal lunedì al venerdì
Tribunale di Trani, tornano le udienze dopo l'emergenza coronavirus Tribunale di Trani, tornano le udienze dopo l'emergenza coronavirus I magistrati fissano le nuove date dei processi
"Giustizia svenduta": manca il braccialetto elettronico, Nardi e Di Chiaro lasciano il carcere dopo una settimana dall'ok "Giustizia svenduta": manca il braccialetto elettronico, Nardi e Di Chiaro lasciano il carcere dopo una settimana dall'ok Per il giudice e il poliziotto l'ok ai domiciliari era arrivato lo scorso 19 giugno
Salviamo la Giustizia, gli avvocati scendono in piazza Salviamo la Giustizia, gli avvocati scendono in piazza Il 23 giugno alle 11 a Bari manifestazione pubblica anche con l'Ordine degli Avvocati di Trani
2 Concessi i domiciliari al giudice Nardi ed all'ispettore di polizia Di Chiaro Concessi i domiciliari al giudice Nardi ed all'ispettore di polizia Di Chiaro Ieri la decisione della seconda sezione penale del Tribunale di Lecce
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.