pesce
pesce
Cronaca

Donati a Casa Accoglienza 700 kg di pesce confiscato

Don Geremia: "Rendiamo grazie per questo gesto di generosità"

Circa 700 i chili di prodotti ittici, venerdì 5 maggio, sono stati sequestrati e confiscati dalla Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Barletta e poi donati alla Casa di Accoglienza "S. Maria Goretti", della Diocesi di Andria.

"Non possiamo nascondere il nostro stupore per l'attenzione, la considerazione e la grande generosità. - afferma Don Geremia Acri, responsabile della Casa - Rendere grazie per quanto avete fatto e continuerete a fare per il bene dei disagiati e di tutti coloro che vivono nel bisogno è cosa buona e giusta. A Dio, Padre di ogni consolazione eleviamo preghiere perché possiate essere visitati dalla sua Grazia e continuare ad operare nel solco della Giustizia e della legalità per ri-donare a questa società la bellezza della Verità, del rispetto delle regole e delle norme".

La Casa Accoglienza "S. Maria Goretti" è impegnata nella distribuzione di pasti caldi per famiglie, bambini e anziani, oltre che nell'ospitare i bisognosi presso gli spazi della casa-famiglia dedicati all'accoglienza.

!Insieme lavoriamo, agiamo perché la povertà sia arginata e venga restituito il sorriso a quanti ancora piangono. . - continua Don Geremia - È vero quanto ha affermato Cristo che "i poveri li avremo sempre con noi", ma ciò non deve arrestare i nostri sforzi perché la povertà sia cancellata: Cristo vuole una Chiesa povera ma non fatta di poveri. La povertà va' combattuta e le uniche 'armi' che noi abbiamo sono la carità, la condivisione e la giustizia. C'è oggi una povertà, un'indigenza che Dio non tollera e che va combattuta; una povertà che impedisce alle persone e alle famiglie di vivere secondo la loro dignità; una povertà che offende la giustizia e l'uguaglianza e che, come tale, rappresenta una minaccia per una convivenza pacifica. Per tutto quello che continuerete a fare, ancora e sempre grazie".
pescepescepescepescepescepesce
  • casa accoglienza andria
  • don geremia acri
Altri contenuti a tema
"Andria città che accoglie": le ragioni che ci portano ad essere solidali e pronti all'accoglienza "Andria città che accoglie": le ragioni che ci portano ad essere solidali e pronti all'accoglienza Con Sabino Zinni e Michele Emiliano tanta gente in piazza Catuma per una serata all'insegna del multiculturalismo
"Andria città che accoglie": numerose le realtà sociali e politiche che aderiscono all'iniziativa lanciata da Sabino Zinni "Andria città che accoglie": numerose le realtà sociali e politiche che aderiscono all'iniziativa lanciata da Sabino Zinni Convocata una conferenza stampa in preparazione dell'evento in programma per sabato 9 febbraio
Zinni (ESP): "Un murales come una mano che salva e di contro delle firme come una mano che respinge" Zinni (ESP): "Un murales come una mano che salva e di contro delle firme come una mano che respinge" Un post del consigliere regionale mette a confronto due anime della città
49 migranti: la realtà arretra, la propaganda avanza 49 migranti: la realtà arretra, la propaganda avanza La riflessione di don Geremia Acri e dell'equipe Ufficio Migrantes Diocesi di Andria
Emergenza neve e freddo: volontari Caritas al servizio dei più deboli Emergenza neve e freddo: volontari Caritas al servizio dei più deboli A partire da oggi sono state donate coperte, cibo e farmaci a 15 persone disagiate
I festeggiamenti ad Andria per Santa Lucia I festeggiamenti ad Andria per Santa Lucia Il Rettore don Geremia Acri: "Prossimità, essenzialità e disponibilità sono gli atteggiamenti che ritmano l'attesa"
"Il dramma delle spose bambine" e la"Carta della bambina" aprono il nuovo anno sociale Fidapa "Il dramma delle spose bambine" e la"Carta della bambina" aprono il nuovo anno sociale Fidapa A Canosa di Puglia convegno con la presenza di don Vito Zinfollino e don Geremia Acri
1 Strage braccianti, don Geremia: "Vittime della negligenza di tanti, una forma di razzismo spietato” Strage braccianti, don Geremia: "Vittime della negligenza di tanti, una forma di razzismo spietato” Intervista al responsabile del centro Migrantes di Andria pubblicata su AgenSir
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.