L'assessore Cesareo Troia all'Assemblea Nazionale delle Città dell'Olio
L'assessore Cesareo Troia all'Assemblea Nazionale delle Città dell'Olio
Attualità

Assemblea Nazionale Città dell’Olio, Andria presente con l'assessore Troia: «Giornata importante»

Approvati il Regolamento d'uso del Marchio Collettivo e la Carta degli Impegni per la sostenibilità e benessere

«Una giornata importante per le Città dell'Olio, direi una svolta a cui ho avuto la possibilità di contribuire attraverso il lavoro svolto nel Consiglio Direttivo che ha approvato atti importanti», spiega l'assessore alle Attività Produttive del Comune di Andria, Cesareo Troia, a margine dell'assemblea nazionale delle Città dell'Olio svoltasi a Roma due giorni fa. Di seguito gli atti approvati.
  • Carta degli impegni per la Sostenibilità e il Benessere sia per gli Enti Soci che per gli Operatori Economici. La Carta rappresenta l'evoluzione di Città dell'Olio per un più concreta valorizzazione della cultura dell'olio extra vergine di oliva. Del prodotto olio EVO e delle sue dimensioni più ampie: sociale, economica, ambientale, turistica e territoriale.
  • Regolamento Marchio Collettivo Associazione Nazionale Città dell'Olio. Il Regolamento detta le norme di utilizzo del Marchio Collettivo "Città dell'Olio" di cui è titolare l'Associazione nazionale Città dell'Olio. L'olivetta, marchio delle Città dell'Olio, diventa così valorizzazione e promozione di aziende, organizzazioni, produzioni e servizi che si svolgono sui territori delle Città dell'Olio. Quindi una chiara identificazione e riconoscibilità dei luoghi per la loro storia e produzione, promozione attraverso educazione e formazione sulla civiltà olivicola; tutela e valorizzazione del paesaggio olivicolo come elemento di identità, coesione, legalità, sostenibilità sociale ed ambientale e benessere socio-economico; sostegno e supporto alla formazione di reti, collaborazioni, pubbliche e private, per rendere concrete azioni nei confronti di cittadini e turisti così da avere impatti economici positivi sui territori delle Città dell'Olio.
L'apposizione del marchio dell'olivetta di Città dell'Olio, da parte di attività economiche e culturali presenti nei Comuni Soci di Città dell'Olio, sarà in definitiva attestazione di condivisione dei principi e dei valori della Carta degli Impegni ma soprattutto che tali principi sono fatti propri attraverso azioni concrete. Soggetti che potranno richiedere la concessione del marchio, avendone i requisiti richiesti:
  • imprese olivicole ed imprese di trasformazione di prodotti oleari (frantoi) e/o olive da tavola, singole o associate;
  • imprese ricettive e/o della ristorazione e/o di servizi turistici e/o oleoteche e/o AGV e TO;
  • organizzazioni / associazioni che realizzano progetti e servizi turistici e di conoscenza all'interno dei territori di competenza delle Città dell'Olio e che valorizzano le produzioni alimentari ed artigianali tipiche legate alla cultura olivicola.
WhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image at
  • cesareo troia
  • Associazione Nazionale Città dell'Olio
Altri contenuti a tema
Il Conte Spagnoletti Zeuli restituisce la nomina di presidente onorario di Confagricoltura Bari e di Confagricoltura Puglia Il Conte Spagnoletti Zeuli restituisce la nomina di presidente onorario di Confagricoltura Bari e di Confagricoltura Puglia L'amaro sfogo: "Non riscontro più nell'Organizzazione i valori, gli ideali, le azioni sindacali e le strategie di politica agricola nazionale e comunitaria"
Ritorno in grande stile di "Qoco, Un Filo d'Olio nel Piatto", il concorso internazionale per Giovani Cuochi dell'Euromediterraneo Ritorno in grande stile di "Qoco, Un Filo d'Olio nel Piatto", il concorso internazionale per Giovani Cuochi dell'Euromediterraneo Si tratterà della XV Edizione, dopo una pausa forzata di circa 10 anni
“Festa dell'olio nuovo" ad Andria il 6, 7 e 8 dicembre 2022: aspettando.... QOCO 2023 “Festa dell'olio nuovo" ad Andria il 6, 7 e 8 dicembre 2022: aspettando.... QOCO 2023 Un ciclo di eventi per salutare degnamente la campagna olivicola 2022
1 Crolla la produzione di olio d'oliva pugliese mentre crescono i costi e diminuiscono i ricavi Crolla la produzione di olio d'oliva pugliese mentre crescono i costi e diminuiscono i ricavi Imprese pugliesi in ginocchio, mentre nei supermercati aumenta il prodotto estero
Anche Andria scommette per un cambiamento sociale e culturale con “Aggiungi tempo alla vita” Anche Andria scommette per un cambiamento sociale e culturale con “Aggiungi tempo alla vita” L'iniziativa presentata a Palazzo di Citta, con istituzioni, associazioni ed ordini professionali del territorio
In Puglia quintuplicati i costi per produrre l’olio extravergine d'oliva In Puglia quintuplicati i costi per produrre l’olio extravergine d'oliva Si stima una produzione di olio pari a 90mila tonnellate nell'annata 2022-2023
Tra concorsi a premi e presepi in vetrina per tutte le attività commerciali, ecco ad Andria "Le radici del Natale" Tra concorsi a premi e presepi in vetrina per tutte le attività commerciali, ecco ad Andria "Le radici del Natale" A breve sarà redatto il calendario con tutte le iniziative del Natale 2022
Un ECOMUSEO della storia del paesaggio: Andria, Trani e Bisceglie tra le città coinvolte Un ECOMUSEO della storia del paesaggio: Andria, Trani e Bisceglie tra le città coinvolte Tra Murgia e mare, uno splendido contenitore di usi e saperi
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.